SECONDA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER LA PUBBLICAZIONE

Ultima data per il ricevimento di proposte: 30 giugno 2011

Didactic Strategies and Technologies for Education

Incorporating Advancements


Edito da Paolo M. Pumilia-Gnarini, Elena Favaron, Elena Pacetti and Luigi Guerra

Progetto promosso da http://lascuolachefunziona.it, con il sostegno scientifico del gruppo di ricerca sulle tecnologie educative, facoltà di Scienze della Formazione, Università di Bologna.

Contatti: dropsintheocean.info.edu@gmail.com

Pubblicato da http://www.igi-global.com

INTRODUZIONE

Negli ultimi anni, si sono moltiplicate, nel mondo, iniziative locali a sostegno della istituzione scolastica pubblica.

Le sperimentazioni sono sorte dalla base: insegnanti, associazioni culturali e l'intera società hanno affiancato le scuole nella elaborazione creativa di nuovi metodi educativi, grazie anche dalle tecnologie informatiche.

Contrariamente alla più comune relazione dall'alto verso il basso, dove comitati di esperti elaborano piani di sperimentazione didattica da proporre a docenti ben intenzionati, questa volta le risposte nascono sul campo, da chi si trova ad affrontare direttamente il problema educativo.

Sono azioni spesso molto efficaci, ma che purtroppo restano sconosciute, al di fuori del ristretto insieme dei diretti interessati e che spesso non sono durature perchè i promotori non hanno la forza di diffonderle nè esiste una rete di diffusione a cui poter affidare queste esperienze fatte sul campo.

Sono gocce nel mare, che appaiono incapaci di modificare il sistema educativo, nel suo complesso. Ma il mare della società potrebbe essere inondato da tante piccole risposte di valore come queste, fino a trasformarlo, se le esperienze più significative potessero essere incoraggiate, diffuse e potenziate.



FINALITA’ DELLA PUBBLICAZIONE


La pubblicazione si propone di presentare una selezione dei più significative esempi di miglioramento della didattica realizzati da insegnanti, dirigenti scolastici e associazioni locali, entro le istituzioni educative, dalle elementari all’università al fine di presentarle in forma fruibile sia per gli studiosi che per tutti coloro interessati a migliorare il sistema educativo.


LETTORI DI RIFERIMENTO


La pubblicazione si rivolge

  • Ai ricercatori in pedagogia, interessati alla elaborazione di strategie didattiche efficaci per accrescere il desiderio di apprendere, per creare relazioni di fiducia e ridurre gli insuccessi.
  • Ai ricercatori in sociologia, nello studio dell’impatto educativo della società sui giovani ed al valore della trasmissione dell’esperienza, da parte degli adulti
  • Agli amministratori pubblici locali, che vi troveranno una raccolta di idee scaturite dalla ricerca di soluzioni educative che compensino la crescente inefficacia dei metodi tradizionali.
  • Ai dirigenti scolastici impegnati a valorizzare le potenzialità degli insegnanti e della società in cui la loro istituzione opera.
  • A tutti gli insegnanti e ai protagonisti del mondo dell’educazione che riconoscono che i metodi tradizionali non sempre funzionano e che perciò sono alla ricerca di nuove soluzioni



FUOCHI TEMATICI SUGGERITI, MA NON ESCLUSIVI

  1. L’apprendimento socio-costruttivista (dall’attivismo al socio-costruttivismo; i laboratori e il learning by doing; il cooperative learning in classe; l’apprendimento come ricerca; l’insegnamento come ricerca-azione; le dimensioni metacognitive dell’apprendimento)

  2. L’internazionalizzazione dell’esperienza educativa (i gemellaggi scolastici; l’apprendimento collaborativo delle lingue; la partecipazione a progetti internazionali; il confronto interculturale)

  3. L’interdisciplinarità (dalla multidisciplinarità all’interdisciplinarità; l’ecologia dell’apprendimento; la dimensione olistica delle competenze)

  4. La scuola dell’inclusione e la riduzione delle disabilità (dalla scuola dell’integrazione alla scuola dell’inclusione; le tecnologie per la riduzione delle disabilità; le strategie didattiche dell’inclusione; l’apprendimento individualizzato e personalizzato)

  5. Educare alla cittadinanza attiva  ((il sistema formativo socialmente integrato; la partecipazione democratica alla vita scolastica; l’educazione attraverso l’impegno e la assunzione di responsabilità; l’empowerment come strategia educativa)

  6. Il rapporto con le famiglie (la comunicazione scuola/famiglia; il confronto tra modelli didattici; il rapporto con gli apprendimenti informali)

  7. Le iniziative educative realizzate in compartecipazione e per iniziativa di enti esterni alla istituzione scolastica: realtà culturali, sociali, sportive, caritative locali.

  8. Risorse collaborative online (Le prospettive dell’introduzione a scuola degli strumenti telematici; la collegialità tra docenti come comunità di pratica; la scuola come ambiente reale/virtuale; gli strumenti dell’e-learning; l’uso didattico del social networking e degli strumenti dai libri di testo ai siti di classe; l’uso didattico dei dispositivi portatitili; il cooperative learning in rete)

  9. Risorse informatiche fisse (il computer in classe; la multimedialità; l’ipertestualità; la simulazione; i videogames; i software didattici; le mappe concettuali.)


COME PRESENTARE LA VOSTRA PROPOSTA


Inviare una sintesi di meno di 400 parole, il cui titolo contenga i concetti chiave e dia un'idea dell'argomento affrontato e del tema di riferimento.

Il testo deve mettere in risalto i problemi pedagogici affrontati, seguiti dai tratti salienti della attività didattica svolta, specificando l'ordine di scuola e l'età degli alunni o studenti coinvolti.

Seguire il modello (template) presentato sul sito web del progetto.



Il testo deve essere scritto in lingua inglese.
Per un aiuto linguistico, scrivete al gruppo di lavoro Gocce nel Mare, all’indirizzo  goccenelmare@lascuolachefunziona.it

Gli autori verranno avvisati della della accettazione della proposta per il 4 luglio. Dopo di che verranno loro fornite le linee editoriali per la stesura del lavoro, che dovrà essere consegnato per il 12 settembre 2011.

Il lavoro di ogni autore sarà quindi valutato da almeno tre esperti, entro una procedura di double-blind review (revisione anonima per entrambe le parti). Il risultato della valutazione dei lavori verrà comunicato entro il 12 novembre 2011

I capitoli verranno sottomessi in italiano e in inglese.

Sarà possibile fornire un aiuto agli autori per la stesura del testo in inglese.

Costi di pubblicazione a carico della casa editrice.

Per maggiori informazioni, scrivi a goccenelmare@lascuolachefunziona.it  


PERCORSO SCIENTIFICO


Agli autori verrà chiesto di ripartire il capitolo in una parte descrittiva ed una parte strutturata, studiata in modo tale da permettere la valutazione ed il confronto dei più importanti tratti delle attività educative descritte.

Verrà quindi eseguita una analisi di tutti i capitoli presentati, ad opera di un gruppo di ricerca dell’Università di Bologna. Il risultato verrà discusso con tuttti gli autori e infine la analisi verrà pubblicata come una specifica sezione dell’opera, per servire da guida agli studiosi che la consulteranno.


Nel corso del 2012, ai resoconti approvati sarà data la maggiore divulgazione possibile, affinchè le esperienze più significative possano essere occasione di conoscenza, di approfondimento e di ispirazione per un miglioramento dei metodi educativi.

Gli autori, se disponibili, saranno coinvolti sia nell'azione di divulgazione che nel lavoro di analisi curato dal gruppo di ricerca dell'università di Bologna.


EDITORE: IGI-Global


SPEDIRE LE PROPOSTE A:  pubblicazione-igi@lascuolachefunziona.it


LE PRINCIPALI SCADENZE


30 giugno 2011, presentazione della vostra proposta
4 luglio 2011, avviso della avvenuta accettazione
12 Settembre 2011, invio del capitolo intero
Ottobre 2011  Discussione con il gruppo della università di Bologna
12 Novembre 2011, consegna dei commenti dei revisori
13 gennaio, invio della forma finale del capitolo
28 febbraio ultima scadenza


IL COMITATO EDITORIALE


Audra Daubarienė, Center of Foreign Language, (Kaunas University of Technology)
Wallnöfer Gerwald, (Free University of Bozen)
Lisbeth Amhag, School of Education, (Malmö University)
Luigina Mortari, Department of Philosophy, Education and Psychology, (Università di Verona)
Silvia Carbotti, (Università Cattolica del Sacro Cuore di Torino)
Pasquale Moliterni, (Scienze della Formazione per le Attività motorie e dello sport, Università di  Roma ’Foro Italico’) 

LA SQUADRA DEI REVISORI

Sotto la guida di

Cesare Scurati (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano),  
Enzo Morgagni (Università statale di Bologna)